Essiccatore alimentare e frutta professionale

Conservare in modo efficiente gli alimenti, attraverso un adeguato processo di disidratazione, è oggi possibile non solo a livello aziendale ma anche tra le mura domestiche. Se siete alla ricerca di un essiccatore per gli alimenti, sicuramente avrete notato che il mercato offre una serie di disidratatori definiti professionali anche per l’uso casalingo. Cerchiamo di capire meglio cosa s’intende con questo tipo di essiccazione e qual è la differenza tra i vari modelli di macchinari professionali che il mercato offre, in particolare, a quali classi di consumatori possono essere utili.

Essiccare in modo professionale

Essiccare frutta e verdura in modo efficiente vuol dire garantire la conservazione delle caratteristiche qualitative di questi alimenti. Contemporaneamente, anche i tempi e i costi di produzione sono gestiti in maniera più proficua rispetto ai metodi  tradizionali. Con l’essiccazione professionale, la disidratazione di questi prodotti avviene in maniera dolce e graduale, nel rispetto delle caratteristiche chimiche e visive dei prodotti, che conservano nel tempo le loro peculiarità organolettiche ed hanno una shelf-life, cioè una vita di mercato, più lunga.

Per chi è indicata questa tipologia di disidratazione

Gli essiccatori professionali rappresentano la scelta migliore per tutti quelli che vogliono valorizzare al meglio le loro produzioni di qualità attraverso una disidratazione attenta e controllata.
In particolare, per le aziende con produzioni di pregio è importante garantire che frutta e verdura, destinate al mercato, abbiano alte caratteristiche di qualità. Basilare è che questi requisiti si conservino nel tempo, fattore raggiungibile solo attraverso un adeguato processo di conservazione.

L’essiccazione rappresenta un ottimo metodo di conservazione degli alimenti, a patto che sia eseguita in maniera corretta, rispettando tutte le caratteristiche organolettiche dei prodotti trattati, attraverso un’attenta scelta dei tempi e delle temperature dell’intero processo.

Purtroppo, l’essiccazione degli alimenti con i metodi tradizionali è impensabile per queste aziende che vedrebbero aumentare i tempi di sosta per la disidratazione dei loro prodotti, con conseguente deterioramento dovuto ai normali processi di respirazione e fermentazione.
Per le aziende agricole e/o di trasformazione di prodotti agricoli, gli apicoltori e i produttori di erbe officinali, gli essiccatori professionali sono l’ideale per trattare frutta e verdura, polline, funghi, erbe aromatiche e piante officinali.

L’essiccazione efficiente anche per uso domestico

Quando si parla di essiccazione professionalizzata, si pensa subito a grandi macchinari, super tecnologici, in grado di disidratare ingenti quantità di frutta e verdura. In realtà, il mercato oggi offre una vasta gamma di essiccatori a uso professionale, adatti a trattare quantità di alimenti nell’ordine di alcuni chilogrammi. Buona parte dei macchinari a flusso orizzontale per uso domestico, ad esempio, possono garantire un’essiccazione efficiente e un prodotto dalle caratteristiche qualitative eccellenti. In poche parole, possiamo essiccare i nostri ortaggi, la frutta, i funghi e le erbe aromatiche, proprio come fanno i professionisti.

Anche le piccole e le medie aziende del settore agricolo, possono tranquillamente affidarsi a questa tipologia di essiccatori, che tra l’altro offre la possibilità di trattare fino a 7 Kg di prodotto alla volta.

Soluzioni modulari per le grosse aziende

Per le realtà aziendali più grandi esistono, invece, degli essiccatori con capacità di carico elevate, nell’ordine delle centinaia di chilogrammi alla volta. Spesso questi essiccatori offrono il vantaggio di essere delle unità espandibili cui è possibile aggiungere nuovi moduli nel tempo. Si tratta di essiccatori di facile gestione e, soprattutto, subito pronti all’uso, senza particolari mezzi d’installazione.

Disidratatori ad aria fredda

Gli essiccatori a freddo sono la scelta ideale per le aziende che devono trattare frutta, piante officinali o alimenti particolarmente delicati. Con questa tipologia di macchinari, l’aria in entrata è prima deumidificata e poi riscaldata a una temperatura che oscilla tra i 20°C e i 50°C prima di essere inviata sugli alimenti da disidratare. L’aria così trattata velocizza tutto il processo di essiccazione garantendo un prodotto con caratteristiche finali eccellenti.

La tecnologia che garantisce l’efficienza

Alcuni essiccatori professionali, in particolare quelli di grosse dimensioni, sono dotati di sistemi di rilevamento e di controllo delle temperature e dell’umidità all’interno delle celle di essiccazione. Questi essiccatori più grandi sono di solito provvisti di un sistema di regolazione del ricambio d’aria in relazione al tipo di alimento da trattare. In questo modo si riesce a razionalizzare al meglio l’intero processo ottimizzando i consumi energetici.

Quali sono i costi di investimento

I costi di investimento per un essiccatore variano in relazione alla tipologia di macchinario, in particolare alle sue dimensioni, alla relativa capacità di carico e alla dotazione dei programmi di trattamento.

Il costo di acquisto di un essiccatore professionale per uso casalingo può essere giustificato nel caso in cui si ha intenzione di disidratare molti tipi di alimenti, per diversi periodi dell’anno. In caso contrario vi consigliamo l’acquisto di macchinari più economici, meno ingombrati e facilmente trasportabili.

Per le aziende, invece, il costo di un essiccatore, con caratteristiche d’uso efficienti, dipenderà dalle capacità di carico necessarie alle proprie produzioni. La tecnologia offerta da alcuni essiccatori, come quelli ad aria fredda, potrebbe comportare anche dei costi di gestione aggiuntivi.

Prodotto finale con valore aggiunto

Le aziende che ricorrono a un’essiccazione efficiente, hanno già di per se dei costi di investimento e di gestione necessari a garantire un prodotto finale con caratteristiche di pregio. Ovvio che, dopo mesi di duro lavoro non è piacevole subire delle perdite dovute alla cattiva conservazione del prodotto delle proprie fatiche. Ecco perché, a fronte del maggiore investimento iniziale di un disidratatore professionale, vi è la garanzia di essiccare in maniera sicura, naturale e nel rispetto della qualità le proprie produzioni. Il valore aggiunto acquisito dal prodotto finale ripagherà sicuramente nel tempo l’investimento iniziale.

Riepiloghiamo: i vantaggi con l’essiccazione professionale

Che sia eseguita a livello domestico o a livello industriale, l’essiccazione professionale comporta sicuramente una serie di vantaggi che vogliamo riassumervi per comodità in questo elenco:

  • Prodotti disidratati con caratteristiche qualitative eccellenti
  • Migliore conservabilità e durata nel tempo
  • Ottimizzazione dei tempi e dei costi di essiccazione
  • Velocizzazione dei tempi di disidratazione
  • Minore scadimento qualitativo dovuto al naturale deterioramento di frutta, ortaggi ed erbe officinali una volta tagliati
  • Migliore aspetto visivo dei prodotti disidratati
  • Gusto e profumi esaltati
  • Costo di investimento iniziale che si recupera grazie al valore aggiunto conferito all’alimento essiccato

Natalia Piciocchi è un libero professionista che da anni si occupa di qualità e conservazione degli alimenti. E’ autrice di testi agronomico-culinari. Scrive per varie aziende per la recensione di prodotti alimentari, utensili per la casa e la cucina.

Back to top
Essiccatori per Alimenti