10 buonissime ricette con frutta essiccata grazie al vostro essiccatore

Con l’essiccatore domestico possiamo disidratare una grande varietà di frutta che, oltre ad essere utilizzata tal quale per uno spuntino sano ed energizzante, può entrare come ingrediente in cucina, per tantissime ricette. Non c’è limite per la vostra fantasia a quello che potrete realizzare con i prodotti essiccati. Il vantaggio dell’essiccatore è di poter conservare la frutta di stagione e poterne disporre anche nei periodi in cui questa non si trova sul banco del fruttivendolo. Basti pensare ai frutti di bosco, oppure alle fragole, ai fichi secchi e a tutti quei prodotti che hanno una loro stagionalità. Pertanto avremo anche il vantaggio economico di non dover acquistare il prodotto già disidratato che ha sicuramente un costo notevole. Vediamo ora come realizzare delle belle ricette con la frutta che avete disidratato nel vostro essiccatore.

Consigli preliminari

La frutta disidratata deve essere sempre conservata in contenitori ben sigillati, per evitare che riassorba l’umidità persa, compromettendone così la durata e la sicurezza per la salute. Le farine da frutta disidratate si utilizzano tal quali in cucina, proprio come fate con le tipologie usate comunemente. La frutta secca deve, invece, essere reidratata in un mezzo liquido, per la maggior parte delle ricette. Mentre, per conserve sottolio sicure vi consigliamo sempre di operare prima la disidratazione del prodotto, per poi scottarlo in acqua e aceto e, infine, invasarlo.

Tagliatelle alla farina di limoni

Ingredienti: 2 uova, 180 g di farina 00, 20 g di farina da bucce di limone disidratate, 1 cucchiaio da tavola di olio extravergine di oliva.

Procedimento: fate la fontana con la farina 00 e la farina di limoni e aprite al centro le uova, poi rompetele delicatamente con i rebbi di una forchetta. Iniziate a impastare, con la punta delle dita, facendo cadere la farina al centro della fontana, amalgamando man mano tutti gli ingredienti. Lavorate energicamente la pasta per almeno una decina di minuti, fino a ottenere un panetto omogeneo. Chiudete l’impasto in una bustina per alimenti, in questo modo non si asciugherà, e fatelo riposare per almeno 30 minuti. Riprendete l’impasto e tiratelo in sfoglie su un piano leggermente infarinato. Potrete usare la sfogliatrice oppure il mattarello. Intagliate la pasta e disponetela ad asciugare all’aria oppure, per fare prima, nel vostro essiccatore. Una volta secche, potrete conservare le vostre tagliatelle per qualche giorno oppure cuocerle e condirle come più vi piace.

Risotto con le fragole disidratate

Ingredienti: 300 g di riso, 1 scalogno, 50 g di fragole disidratate, ½ bicchiere di vino bianco secco, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, sale fino, brodo vegetale caldo quanto basta.

Preparazione: tritate lo scalogno e fatelo appassire nell’olio extravergine di oliva. Aggiungete il riso e fatelo tostare, poi bagnatelo con il vino e fate evaporare quest’ultimo. Coprite con brodo caldo e aggiungete le fragole disidratate. Portate lentamente il riso a cottura, mescolando spesso e versando altro brodo caldo se serve. Servite caldo, con qualche fogliolina di menta per decorazione.

Plum-cake allo yogurt e albicocche

Occorrente: 250 g di farina 00, 180 g di zucchero semolato, 3 uova, 1 vasetto di yogurt all’albicocca, 100 ml di olio di semi di arachide, 1 bustina di vanillina, 1 pizzico di sale, 2 cucchiai di latte, 1 bustina di lievito, 50 g di albicocche disidratate, il succo di 1 limone.

Procedimento: tagliate in pezzi più piccoli le albicocche disidratate, poi trasferitele in una ciotolina e copritele con acqua tiepida e il succo del limone, in maniera da farle rinvenire, per circa 1 ora. Trascorso questo tempo, scolate le albicocche, strizzatele delicatamente e fatele asciugare su carta da cucina pulita, cambiandola se necessario. Ora prepariamo il nostro plum-cake. Preriscaldate il forno a 160°C. Battete le uova con lo zucchero, la vanillina e una presa di sale, fino a fare diventare il composto gonfio e chiaro. Unite in sequenza, e battendo bene all’aggiunta di ogni ingrediente, lo yogurt, il latte, la farina setacciata con il lievito e l’olio. Per ultimo, aggiungete le albicocche disidratate e amalgamate delicatamente il tutto. Versate il composto in uno stampo per plum-cake, precedentemente imburrato e infarinato. Infornate il dolce, in modalità ventilata, e cuocetelo per circa 50 minuti. Fate la prova stecchino per verificare la cottura del dolce. Sfornate e lasciate intiepidire il plum-cake prima di sformarlo su un piatto da portata.

Frolla agli agrumi

Ingredienti: 200 g di farina 00, 50 g di farina di scorze di agrumi disidratate (limoni, mandarini e arance) 125 g di burro freddo a pezzi, 2 tuorli d’uovo, 1 uovo intero, 1 pizzico di sale, 80 g di zucchero semolato.

Preparazione: fate la fontana con la farina 00, disponete al centro il burro freddo e il pizzico di sale. Iniziate a impastare velocemente, con la punta delle dita, fino a ottenere un composto simile al pangrattato. Rifate la fontana e versate al centro la farina di agrumi, lo zucchero, i tuorli e l’uovo intero. Impastate bene gli ingredienti fino a ottenere un panetto morbido e omogeneo. Avvolgete la pasta in pellicola per alimenti e fatela riposare, in frigorifero, per almeno 1 ora. Trascorso questo tempo, riprendete il panetto stendetelo su un piano infarinato per intagliare dei biscotti oppure per fare il guscio di una crostata da farcire con creme e confetture di vostro gusto.

Muffin ai frutti di bosco

Occorrente: 140 g di farina 00, 60 g di zucchero semolato, 80 ml di latte, 40 ml di olio di semi, ½ bustina di lievito per dolci vanigliato, 60 g di frutti di bosco disidratati (fragoline, lamponi e more), 1 uovo.

Procedimento: reidratate i frutti di bosco, nell’acqua tiepida, per circa 30 minuti, o finché non sono gonfi e morbidi. Scolateli e fateli asciugare su carta da cucina. Mescolate insieme la farina, lo zucchero e il lievito. In una ciotola, lavorate con una frusta a mano l’uovo, il latte e l’olio. Versate gli ingredienti secchi su quelli liquidi e mescolate velocemente. Dovrete ottenere un composto piuttosto granuloso. Per ultimo, aggiungete i frutti di bosco e amalgamate. Versate il composto nei pirottini da muffin, riempiendoli per i ¾. Infornate i dolcetti a 170°C per circa 20 minuti.

Barrette energetiche

Occorrente: 80 g di fiocchi d’avena, 50 g di riso soffiato, 40 g di uvetta, 40 g di cioccolato fondente tritato, 30 g di mele disidratate, 30 g di banane essiccate, 50 g di noci tritate, 10 g di semi di sesamo, 100 g di miele.

Preparazione: in una ciotola, versate tutta la frutta secca, i fiocchi d’avena, il riso soffiato e i semi di sesamo. Mescolate bene, poi versate sopra il miele sciolto in poca acqua e amalgamate il tutto. Rivestite un cestello dell’essiccatore con la carta forno e formare un rettangolo con l’impasto, alto circa ½ cm. Lasciate asciugare le barrette a 45°C per circa 18-20 ore, rigirandole a metà processo. Tagliate le vostre barrette, avvolgetele in carta forno, tagliata a misura, e conservatele in scatole a chiusura ermetica.

Meringhe ai lamponi

Ingredienti: 100 g di albumi a temperatura ambiente, 220 g di zucchero a velo, 60 g di lamponi disidratati, qualche goccia di succo di limone, un pizzico di sale.

Procedimento: prima di reidratare i lamponi, tagliateli in pezzi più piccoli, poi trasferiteli in una ciotola e copriteli con acqua tiepida. Lasciateli in ammollo finché saranno diventati gonfi e morbidi. Scolateli e lasciateli asciugare su carta da cucina. Intanto, iniziate a montare, con le fruste elettriche, gli albumi con il pizzico di sale, poi addizionate, in tre riprese, lo zucchero a velo. Aggiungete le gocce di limone. Quando la meringa sarà diventata bella sostenuta, addizionate i pezzi di lampone. Trasferite il composto in una sac a poche con beccuccio a stella grande e formate le meringhe sui cestelli dell’essiccatore, rivestiti con carta forno. Fate asciugare le meringhe a 60°C per circa 5-6 ore. Il tempo occorrente dipenderà dalla grandezza che darete alle meringhe, in ogni caso, queste saranno pronte quando rompendone una tra le mani, sarà bella asciutta. Se la meringa è ancora umida all’interno, proseguite con l’asciugatura. Una volta pronte, le meringhe si conservano per giorni in contenitori a chiusura ermetica.

Cachi sottolio

Occorrente: 10 cachi sodi, aceto di vino bianco quanto basta, 2-3 spicchi di aglio, qualche rametto di rosmarino, peperoncino essiccato in polvere, sale, olio extravergine di oliva quanto basta.

Preparazione: lavate e affettate i cachi, eliminando man mano i noccioli. Riponete le fette di frutta nell’essiccatore e fateli disidratate a 50°C per un tempo minimo di 8 ore, che dipenderà dallo spessore che avrete dato alle vostre fette. In base alla quantità di cachi ottenuta, in una casseruola, portate a ebollizione una soluzione in parti uguali di acqua e aceto e scottate, per circa 3 minuti, le fette di caco insieme al rametto di rosmarino. Scolate i cachi e lasciateli asciugare, insieme al rosmarino, nell’essiccatore a 40 °C per 1 ora. A questo punto, sistemate i cachi in vasetti puliti e sanificati, alternando con fette di aglio, peperoncino in polvere e gli aghi di rosmarino. Terminati tutti gli ingredienti, coprite le fette con olio extravergine di oliva. Lasciate riposare la conserva almeno 1 mese prima di assaporarla.

Sale aromatizzato

Ingredienti: scorze di limone disidratate, rametti di rosmarino disidratato, sale doppio.

Procedimento: macinate finemente le scorze di limone con gli aghi di rosmarino e il sale doppio. Sistemate il sale aromatizzato nei cestelli dell’essiccatore rivestiti di carta forno e fate asciugare per circa 1 ora a 45°C. Invasate subito il vostro sale che potrà essere utilizzato per insaporire carni e pesci alla brace. Potrete anche variare i sapori dei vostri sali, cambiando gli aromi ogni volta. Ad esempio, per questa ricetta, potrete utilizzare aglio e salvia disidratati, da abbinare alle bucce di limoni essiccate.

Tisana profumata fai da te

Occorrente: frutta disidratata, aromi a piacere, compresse di garze sterili, filo e ago per cucito, spago da cucina, cartoncino colorato.

Preparazione: dopo aver disidratato la frutta che preferite, riducetela in piccoli pezzi oppure macinatela in modo grossolano con un macinacaffè. Ritagliate e cucite dei sacchetti utilizzando delle compresse di garze sterili. Lasciate un lato aperto, attraverso il quale farete cadere, all’interno del sacchetto, 1 cucchiaio da tavola della frutta disidratata che preferite. Ricucite l’apertura, infilando anche una piccola corda fatta con dello spago da cucina. All’estremità della corta potrete incollare una carta su cui annotare la tipologia di tisana preparata. Con questo procedimento, potrete fare tantissime tisane alla frutta, mescolando profumi e sapori. Ad esempio mela e cannella, pera e zenzero, frutti di bosco e così via.

Natalia Piciocchi è un libero professionista che da anni si occupa di qualità e conservazione degli alimenti. E’ autrice di testi agronomico-culinari. Scrive per varie aziende per la recensione di prodotti alimentari, utensili per la casa e la cucina.

Back to top
Essiccatori per Alimenti